home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è giovedí 18 aprile 2024

Coste dell'Altare - Mainarde

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Abruzzo Data:15/02/2009
Nome:Truppa Mataloni - 14 persone Email:giorgio.giuaat symbolbt.com
Nome gita:Coste dell'Altare - Mainarde Partenza da:S. Biagio Saracinisco - Lago la Selva - Indicaz. Sacrario Collelungo
Quota partenza:1040 Dislivello:1050
Esposiz. salita:Sud Esposiz. discesa:Sud
Difficoltà:Sciatore medio Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia:Mazzoleni - it 203 Valle partenza:
Commento gita:
Previsioni ancora brutte in Abbruzzo e venti da Nord Est, ci hanno fatto propendere per questa facile, ma lunga e molto piacevole gita che, partendo dal cancello a q. circa 1040 (fontanile, tabella e bivio a dx da non prendere), ci ha condotto per la Valle Verrecchia, fino al Sacrario di Collelongo, poi in una bella faggeta e infine nella valle Venafrana fino al cuore delle Mainarde. Prima di arrivare al Passo della Crocetta (1845 m) si possono scegliere diverse vette tutte, a mio avviso, interessanti: il Monte Mare e il Cappello del Prete a Est, il Monte delle Rose e il Cavallo a Ovest, le Coste dell'Altare grossomodo a Nord Est. Noi abbiamo scelto quest'ultima, la più lontana, un pò perchè non ci andave di andare e tornare per la cresta del Cavallo ramponi e piccozza con tutta la neve fresca che aveva fatto nei giorni precedenti e il ghiaccio duro come il marmo sotto, un pò perchè è la più alta della zona (2075), ma soprattutto perchè a lungo è stata l'unica cima al sole finchè finalmente, verso le 14,30 il cielo si è deciso ad aprirsi del tutto! Questa cima, fa parte della catena principale delle Mainarde e sta più o meno a metà strada tra la Metuccia e il Monte Mare; quindi dalla sua cima si gode dell'affaccio su Alfedena e sul lago della Montagna Spaccata; di fronte ha il Cavallo e, in secondo piano, il Forcellone; mentre a Nord Ovest prosegue la cresta che arriva alla Meta. PRECISAZIONI: 1) Il cancello in basso è chiusa con il lucchetto; quindi anche se la neve inizia intorno a quota 1350; bisogna considerare lo sviluppo notevole e 45 min con gli sci in spalla. 2) Al cannone (q.1400) bisogna prendere a dx (altra sbarra chiusa) fino al Sacrario e poi seguire i segnavia del sentiero CAI a mezza costa nel bosco 3) Certamente si può abbinare al Cavallo o al Monte Mare se le condizioni meteo e il passo lo consentono.
Commento manto nevoso:
Nessun pericolo; pendii molto dolci; Tantissima neve fresca e polverosa dai 1600 in su. Ghiaccio duro (facevano fatica ad entrare i rampant) sulle groppe scoperte in alto.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy