home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è giovedí 29 febbraio 2024

Dosso Zermano 2040 m e dorsale Nord M.Gera 1970 m.

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Lombardia Data:11/02/2024
Nome:Marco, Walther, Gec, Ulisse Email:dallas700at symbollibero.it
Nome gita:Dosso Zermano 2040 m e dorsale Nord M.Gera 1970 m. Partenza da:Gaver - Blumon Break
Quota partenza:1500 Dislivello:880
Esposiz. salita:Nord-Est Esposiz. discesa:Nord-Est
Difficoltà:MS Manto nevoso:Accettabile
Tipo di neve:Pesante Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Val Sabbia
Commento gita:
In questo assurdo inverno che non c'è, non rimane altro che prendere una nevicata al volo e partire. In Appennino diluvio, Prealpi Venete più o meno uguale, Dolomiti quota neve alta poco entusiasmante. Poi ci sono, per fortuna, località che hanno una storia a parte, e questa volta la buona sorte ha estratto le montagne del bresciano e direi anche del bergamasco. La webcam e la pagina FB del Blumon Break, carinissimo bar-ristorante-noleggio skialp della località Gaver, parlano chiaro. Qua la quota neve, tra alti e bassi, era a 1500 metri. Un sogno a occhi aperti, la soluzione sul dove andare ma anche finalmente la possibilità di guardare altri posti che non si conoscono. Al Gaver hanno fatto una scelta importante, eliminare gli impianti da sci, probabilmente ormai economicamente insostenibili, e votarsi totalmente allo sci-alpinismo. Bisogna dare atto che hanno creato una sorta di piccolo paradiso. Quando, come oggi, bisogna fare attenzione per via della tanta neve pesante caduta in quota, si possono utilizzare le vecchie piste da sci per salire e scendere. Diversamente, con le condizioni giuste, ci sono gite lunghe e di notevole dislivello in un ambiente alpino vero e pochissimo antropizzato. E' stato veramente bello vedere quanti ski-alper salgono e scendono in continuazione, spellano e ripellano, una gran frenesia, tanta energia positiva. La nostra salita è stata molto semplice, da dietro al Blumon basta seguire le indicazioni per raggiungere il Goletto del Gaver (circa quota 1800 m), poi su a sinistra (verso sud) prima per stradina poi lungo le piste evidenti fino in cima al dismesso skilift del Dosso Zermano (2040 m). Un bello strappo ripido sul finale! A ritroso fino a che raggiunta nuovamente la stradina ci si butta giù a sinistra (vecchia pista) fino in fondo dove passa il torrente (ponticello) a quota 1710 metri. Lo si oltrepassa e si ripella. Segue sostenuta salita lungo il vecchio tracciato del Gera, di cui abbiamo raggiunto la sommità della dorsale nord (quota 1970 m). Discesa ammazza gambe con 70 cm di neve pesantissima ma in alcuni tratti della pista ancora intonsa. Giunti in fondo dal ponticello, ripellata da 100 metri D+ per il Colletto del Gaver. Si scende lungo il percorso della mattina, ormai super pistato molto divertente. Merenda finale al Blumon e rientro. Da Bologna sono 3 ore di macchina, 270 km. Ringrazio della compagnia gli amici Walther, Gec e Ulisse che anche stavolta non hanno dubitato della mia scelta. Provarci era d'obbligo, alla fine è stato un successo.
Commento manto nevoso:
In partenza circa 10 cm di neve fresca, che alzandosi di quota velocemente aumenta fino ai 60/70 cm misurati a 2000 metri. Pesantissima ma in qualche modo sciabile. Vista la penuria, non si butta via niente. Domani se esce il sole temo cambierà tutto molto in fretta. Situazione sicuramente pericolosa fuori dalla zona ex-piste. ZT ore 12 a 1800 metri, temperatura al parcheggio ore 9, +4 °C. Vento assente. Nevischio e neve in quota, visibilità discreta al mattino, in peggioramento dopo le 12.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy