home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è giovedí 29 febbraio 2024

Sassopiatto

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Trentino Data:04/02/2024
Nome:Altar Gaist Email:suman.vereinat symbolgmail.com
Nome gita:Sassopiatto Partenza da:Campitello di Fassa
Quota partenza:1460 Dislivello:1500
Esposiz. salita:Est Esposiz. discesa:Sud-Ovest
Difficoltà:BSA Manto nevoso:Accettabile
Tipo di neve:Ventata Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia: Valle partenza:Val Duron
Commento gita:
Giro meritevole e spettacolare nel cuore delle dolomiti. Partenza direttamente da poco sopra il centro di Campitello (streda de Salin, parcheggio intera giornata 8€) per stradina felicemente innevata e battuta dalle motoslitte fino al rifugio Micheluzzi. Poi mezz'oretta di portage su sentiero estivo per superare un tratto di bosco verso il rif Sassopiatto, quasi completamente privo di neve, e successivamente lungo traverso, in parte scoperto, verso le malghe. Seguendo vecchie tracce ad un piccolo colle soprastante, poi si punta con decisione il pendio regolare che scende dalla vetta, per arrivare ad un forcellino dove si depositano gli sci (alcuni hanno continuato in traverso verso dx fino a pochi metri dalla croce). Breve traversata ad est ed in pochi minuti si è in vetta. Discesa ricalcando quasi fedelmente la traccia di salita, tagliando per un paio di canalini sopra malga sassopiatto
Commento manto nevoso:
Nel complesso sciata accettabile anche se la neve è molto poca e di scarsa qualità, ventata dura o crostosa per gran parte della salita (metà pendio finale fatto con rampant), in discesa si riesce comunque a fare due buone curve sfruttando precedenti passaggi che hanno smosso le croste più infide e tenendosi abbastanza in centro parete dove a tratti si incontra anche bella neve compatta ma leggermente ammorbidita dal sole. Parte bassa un mix tra croste dure e ventata, fino a sprofondare letteralmente nella marmellata in prossimità delle malghe. Forestale al Micheluzzi pistata e godibile. Clima mite ma non così tanto da aver uniformato a sufficienza i pendii.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy