home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è martedí 07 febbraio 2023

Capanno Tassoni - Croce Arca - Doganaccia

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Emilia Romagna Data:21/01/2023
Nome:Marco, Wather, Lele, Bruno Email:dallas700at symbollibero.it
Nome gita:Capanno Tassoni - Croce Arca - Doganaccia Partenza da:Capanno Tassoni
Quota partenza:1315 Dislivello:638
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:MS Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Ospitale
Commento gita:
Un giro già in agenda da tempo, niente di difficile ma interessante proprio per quel vago senso di andare oltre confine. Una linea poco più che immaginaria tra Emilia e Toscana. Inverno vero alla partenza, magia nel bosco a salire, bufera di vento alla Croce Arcana (1669 m.). Discesa lungo la pista a ovest dello skilift Faggio di Maria fino in fondo al minuscolo ma apprezzabile comprensorio (1430 m. circa). Ripellata prima in prossimità delle piste, poi in campo aperto con obiettivo la stazione a monte della vecchia funivia (1714 m.). Ma che fascino hanno gli impianti dismessi? Grandissimo, segni della storia funiviaria un po' giusti e un po' sbagliati ma che hanno lasciato un'impronta. Man mano che ci avviciniamo l'immagine è sempre più surreale, stazione e ripetitori sono una maschera di neve e ghiaccio. In tutto questo troviamo la porta del locale in ristrutturazione aperta. Un riparo per togliere le pelli, quasi una casa con un finestra sul Tirreno lontano dove si vede chiaramente la sagoma di una nave e la Gorgona. Cosa chiedere di più? Ma le sorprese non sono finite. La discesa di rientro verso l'Emilia ci riserva nel bosco 50/60 cm di polvere pura per fare lo slalom tra gli alberi radi. Una delle più belle sciate di sempre, seppur breve. Chiudiamo con un ottimo pranzo al ristoro Lo Spigolino una giornata di scialpinismo lento, lontano dalle tutine colorate degli skialper che corrono su e giù senza neanche guardarsi intorno. Abbiamo veramente apprezzato ogni metro percorso, la neve stupenda, il vento del passo, la montagna d'Appennino che si offre e lascia passare. Bellissima giornata con Walther, Lele, Bruno.
Commento manto nevoso:
Polvere soffice stupenda e abbondante nel bosco per tornare a Capanno Tassoni dalla Croce Arcana. Pochi centimetri gelati in crinale, specialmente sul versante toscano, poi scendendo verso la Doganaccia impaccata dal vento, poi panna soffice sui bordi pista una volta entrati nel bosco. , sul percorso effettuato non ci sono particolari pericoli. Temperatura alla partenza -4.5 gradi ore 9.50. Zero termico ore 12.00 a 800 metri circa. Vento sostenuto e tempestoso in crinale da Nord, ma accettabile. Visibilità buona con nuvole alte e qualche raggio di sole. Le esposizoni indicate in salita e discesa sono relative al lato emiliano. Ovviamente per la parte Toscana sono S/SW.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy