home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è mercoledí 19 maggio 2021

Forcella Marmolada e Cima Ombretta est

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:24/04/2021
Nome:dario paola dario leo eva gabriele gianni Email:denali_34at symbolyahoo.it
Nome gita:Forcella Marmolada e Cima Ombretta est Partenza da:diga
Quota partenza:2050 Dislivello:1300
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Est
Difficoltà:OSA Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:passo fedaia
Commento gita:
Finalmente riesco a fare questa grandiosa traversata completandola con la cima. Dalla diga aggiriamo verso ovest la base del Col di Bousc traversando con rampanti e attenzione gli esposti pendi poco sopra la condotta. Quindi a sx ci inoltriamo per il Gran Poz ad imboccare il sempre impressionante canyon. Per uscirne togliamo gli sci per pochi metri di muro ripido. In breve si scollina a vedere la moltitudine verso Penia e deviamo a dx aggirando lo spallone roccioso per entrare nel vallone tra Penia e Vernel. In molti anche verso il Piccolo ma noi puntiamo la lontana forcella che per le ultime decine di metri obbliga lo spalleggio picca e ramponi. Nell'angusta e affilata forcella ci si pesta un po' i piedi con un altro gruppo che scenderà verso Contrin ma le ottime condizioni permettono questa volta di scendere senza corda. Poco sotto a sx su un ripiano alla base delle rocce calziamo gli sci per una bellissima discesa di ~300m su neve ottima. Sarebbe bello godersela ulteriormente ma risparmiamo le forze per ripellare verso Passo Ombretta visto che da ora in avanti non avremo più alcuna traccia pronta. Subito c'è un tratto ostico su una banca sui ~2600 un po' esposta e disagevole ma che permette di atterrare sul luminoso catino che risaliamo fino al biv. Dal Bianco. Seduti sul tetto ci rifocilliamo per poi salire il tratto ripido in cui l'ottimo innevamento nasconde il cavo della ferratina. Purtroppo l'ultima neve scivola sul duro sottostante e ci obbliga all'ennesimo ed estenuante cambio d'assetto per salire coi ramponi fino all'uscita in vista del bellissimo e assolato vallone finale. Sci ai piedi faticosamente fino alla cresta finale che percorriamo verso sx ma con circospezione perché affilata e con alternanza di roccette e neve ... sembra di camminare sul filo :). Ultimo strappetto e finalmente vetta dove troviamo un simpatico SanMarinese salito in solitaria dal lato opposto. Foto, panorami, poi facciamo a ritroso e con ancor maggior attenzione la cresta per tuffarci a disegnare le meritate serpentine su neve morbida. Dopo il bivacco giù verso il rif. Falier tenendoci più sul lato destro (sud). Lunga scivolata spingendo un po' sul pian Ombretta ad imboccare la stradina che nel tratto esposto per fortuna ha poca neve e si fa con maggior sicurezza sci in mano. Appena si esce dalla cengia rimettiamo gli sci per calarci a sx in un canale tra la vegetazione prima stretto e che via via si allarga fino a reincrociare la stradina che non lasciamo fino al ponticello a 1560. Dopo è ripulita quindi la costeggiamo fino ad arrivare al park. Vedo che sia forcella che cima le mettono BSA ma per me un OSA ci può stare per questa traversata. Ringrazio gli amici per la splendida compagnia e che hanno reso ancor più indimenticabile questa gita, nel cassetto da anni, da molti anni ... ma sempre meno del numero di birre che il generoso Leo ha condiviso all'arrivo. Grazie ancora.
Manto nevoso:
Neve sicura e facile ma un po' faticosa perché pesante e non ancora ben compattata. Ovviamente variabile a seconda dell'esposizione, si va dal buon firn a sud sotto la forc.Marmolada alla farina appena un po' pesante a nord sotto la cima. Infine marciotta nella lunga discesa a est complice l'ora tarda (partiti dalla cima alle 15).


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy