home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 23 aprile 2021

Castelletto di Moschesin 2367 - Prima discesa?

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:03/04/2021
Nome:Paolo,Leo Email:leoprafloat symbollibero.it
Nome gita:Castelletto di Moschesin 2367 - Prima discesa? Partenza da:Pralongp di Val di Zoldo
Quota partenza:950 Dislivello:1400
Esposiz. salita:Est Esposiz. discesa:Est
Difficoltà:OSA Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:Questa Valle partenza:
Commento gita:
Poco importa se è la prima o la seconda, di sicuro la prima documentata! Era un po' che mi ronzava in testa sto castelletto dopo la salita estiva di qualche anno fa dove vidi un interessantissimo canale diretto che fa capo alla forcella del Bancon, che di solito si raggiunge appunto per il Bancon, lunga cengia spiovente che fascia tutta la parete orientale del Castello di Moschesin. Viste le condizioni di innevamento abbondante osservate quest'anno decidiamo di provare; il canale diretto è di circa 400 m di dislivello da 1950 a 2350 e presenta tre strettoie, la prima superabile con sci ai piedi, la seconda è un gradino ripido sui 50 gradi e la terza anche è assai ripida e più lunga, incassata tra alte pareti, va superata con attrezzi sullo zaino. oggi i tratti tra le strettoie erano salibili con gli sci vista la consistenza della neve, generalmente credo sia preferibile salire con ramponi. Dalla forcella del Bancon si traversa sotto le pareti verso sinistra fino a doppiare la cresta finale, che si attraversa su roccia marcia ed esposta fino all'aerea e poco frequentata vetta!!
Manto nevoso:
SALITA: interminabile solita strada per Pramper ( alla fine registriamo 22 Km di sviluppo) , dove per mulattiera di guerra ci si alza verso i magnifici ghiaioni sotto alle crode di Moschesin, poi ripidamente verso l'imbocco del canale che fa capo alla forcella del Bancon. fin qui ottima neve battuta sulla strada e compatta fono alle pareti. Lungo il canale esposto ad est neve morbida solo lievemente disturbata da scaricamenti superficiali che hanno creato una sorta di glassa da rigelo ma facilmente salibile anche senza rampant. Nei tratti più ripidi delle strettoie sci sullo zaino su neve quasi sempre ben portante senza sfondoni. La cresta finale è marcia ed esposta e richiede un po' di confidenza e attenzione. DISCESA: dallo ski depot buona neve trasformata fino alla prima strettoia, da qui scesi in derapata cotrollata nel ripido e duro budello, poi qualche curva in neve morbida fino al saltino, superato a piedi per pochi metri. Ultima parte del canale su neve morbida un po' disturbata da rigole di slavina fino a sboccare sugli aperti ghiaioni, dove finalmente si possono mollare gli attrezzi per un gigantissimo su firn startosferico, forse un po' molle vista l'ora un po' tarda....poi collosa e interminabile strada di 8 km con quadricipiti in fiamme. Gita memorabile!!!


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy