home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 23 agosto 2019

Presena e Pisganino

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Lombardia Data:15/04/2007
Nome:Davide Email:davide.menzat symboltiscali.it
Nome gita:Presena e Pisganino Partenza da:due km prima del passo del tonale versante trentino
Quota partenza:1750 Dislivello:1800
Esposiz. salita:Nord-Est Esposiz. discesa:Nord-Ovest
Difficoltà:Sci-alpinista medio Manto nevoso:Accettabile
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Passo del Tonale
Commento gita:
Partito tardi, alle 9, seguendo la stradina che sale per alveo del presena (o cantiere). Parte due km prima di arrivare al passo del Tonale salendo dal trentino. Una ora di strada pianeggiante e poi decisamente si sale per raggiungere i 3069 metri di cima Presena. Basta puntare verso la vetta e non si sbaglia, risalendo sinuosamente il vallone sottostante fino a raggiungere passo Presena (dove arrivano anche gli impianti del Tonale). Tolte le pelli 500 metri di discesa verso il rifugio Mandrone, con in faccia lo spettacolo dei ghiacciai dell'Adamello. Attenzione!! La neve è scarsa e il pendio rivolto a sud pieno di sassi. Si ripella per guadagnare il passo del lago di Pisgana (500 metri). Discesa dal Pisganino su neve trasformata (erano quasi le 14). Si scende fin che si trova neve, ovvero a quota 1550 circa. Da lì in 45 minuti si arriva alla strada del Tonale. Autostop per riprendere la macchina. Fotoreport qui: http://forum.thetop.it/viewtopic.php?t=1150
Manto nevoso:
Neve in quantità ottima lungo la salita al Presena. MOLTO scarsa invece sia in discesa verso il Mandrone che salendo al Pisganino. Non ho rigato gli sci ma per pura fortuna. Discesa lungo il pisgana su neve trasformata e assestata... fin che dura :) Fotoreport http://forum.thetop.it/viewtopic.php?t=1150 P.s. spunto di riflessione per chi ha fatto/ripeterà il percorso: sono partito alle 9 (sono un pigrone lo so) e sono arrivato a Pontedilegno alle 2.45... siamo proprio sicuri che servano gli impianti per fare pisgana o pisganino? Credo che uno Scialpinista più diligente di me non avrebbe difficoltà a ripeterlo partendo un paio d'ore prima trovando così anche neve migliore... e un domani non avremmo la coda di paglia quando ci sarà da difendere Val Sozzine e Gavia dalla espansione del Grande Incubo. Ciao a tutti


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb