home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è martedí 27 giugno 2017

Morgenkogel 2607 m

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Austria Data:25/03/2007
Nome:Alberto e Paolo Email:paolo.chitiat symbolalice.it
Nome gita:Morgenkogel 2607 m Partenza da:Oberellbögen
Quota partenza:1350 Dislivello:1250
Esposiz. salita:Nord-Ovest Esposiz. discesa:Nord-Ovest
Difficoltà:Sciatore medio Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Farinosa Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Wipptal
Commento gita:
Piacevole e tranquillo itinerario, fattibile praticamente con ogni innevamento. Un po’ monotona la lunga strada forestale diretta a malga Ochsenalm, ma se come oggi si ha la fortuna di trovare i pendii superiori ricoperti di 15-20 cm di stupenda neve polverosa si verrà ampiamente ricompensati! Accesso stradale: dopo il Brennero si scende verso Innsbruck fino a Matrei e verso la fine del paese si prende a destra per Pfons e Ellbögen. Poco prima di Mühltal si svolta ancora a destra per Oberellbögen e per stretta stradina si sale alle frazioni di Oberstrasse e Dörfl. Poco dopo una coppia di tornanti si stacca sulla sinistra una strada forestale con indicazioni per malga Ochsenalm (difficoltà di parcheggio). L’itinerario: si segue lungamente la strada forestale seguendo sempre le indicazioni per la Ochsenalm. Raggiunta la malga dopo circa 1,5h si sale verso ESE per rado bosco giungendo ben presto in campo aperto. Senza percorso obbligato si risalgono i vasti e dolci pendii che senza alcuna difficoltà portano alla grande croce di vetta del Morgenkogel.
Manto nevoso:
15-20 cm di fantastica neve polverosa su fondo portante per una sciata decisamente molto appagante. In effetti era talmente bella che veniva voglia di ripellare per fare il bis. Nonostante il discreto affollamento (almeno 30-40 persone in vetta oggi) i pendii sono talmente ampi che resta sempre spazio a sufficienza per tracciare le proprie curve. La parte bassa della forestale è al limite, tra qualche giorno si dovranno spalleggiare gli sci nel primo tratto.


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb