home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è mercoledí 18 ottobre 2017

Cima Presena 3069 m

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Trentino Data:17/12/2006
Nome:Alberto, Massimo e Paolo Email:paolo.chitiat symbolalice.it
Nome gita:Cima Presena 3069 m Partenza da:Passo del Tonale
Quota partenza:1800 Dislivello:1250
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:Sciatore buono Manto nevoso:Accettabile
Tipo di neve:Farinosa Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Alta valle di Sole
Commento gita:
Prendendo spunto da quanto scritto dall’amico Andrea qualche giorno fa su queste pagine (vedi inserimento del 12-12) ci siamo a nostra volta recati al passo del Tonale per percorrere questo itinerario. Risalita la strada che porta alla stazione a valle di una seggiovia dismessa presso l’Alveo del Lago Presena non siamo saliti a ovest come descritto da Andrea+Fabbrissimo ma abbiamo invece proseguito a nord per buona traccia aperta nei giorni scorsi, portandoci così sul ramo orientale della vedretta Presena. Per bei pendii ottimamente raccordati abbiamo imboccato la valle del Cantiere uscendo ad una selletta (ca. 2920 m) appena a sud di una formazione rocciosa detta ”La Sgualdrina”, ormai all’altezza della stazione d’arrivo dell’ultimo skilift. Senza toccare le piste abbiamo in breve raggiunto il passo Presena e per facile dorsale, in ultimo con qualche passo a piedi, abbiamo toccato la croce posta su cima Presena. Nonostante le previsioni non buone la giornata è stata davvero splendida con immenso panorama verso il Pian di Neve e tutte le cime dell’Adamello. Gita veramente molto bella che solo nel finale arriva brevemente a sfiorare il comprensorio sciistico Tonale-Presena.
Manto nevoso:
Neve a tratti farinosa, a tratti con un po’ di crosta da vento, tutto sommato discretamente sciabile. Inevitabile urtare qualche sasso di tanto in tanto, ma facendo un po’ di attenzione si riescono a limitare i danni.


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb