home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è lunedí 03 agosto 2020

sasso rosso (mt. 2.312): anello del prunn

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Trentino Data:11/01/2020
Nome:alberto e paolo scordilli, federico brusò, filippo frank, enrico toniolo (sci), francesco, elena, luca e michele (ciaspe) Email:scordilli.paoloat symbolgmail.com
Nome gita:sasso rosso (mt. 2.312): anello del prunn Partenza da:palù del fersina
Quota partenza:1500 Dislivello:810
Esposiz. salita:Nord-Ovest Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:BS Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Ghiacciata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia:varie guide di scialpinismo sui Lagorai: conz, beber, navarrini ecc. Valle partenza:val dei mocheni
Commento gita:
Poca neve ghiacciata alla partenza con qualche cava emetti sul taglio del sentierino iniziale; diventa continua sulla stradina per l'Erdemolo che seguiamo fino al bivio (segnavia 343B) per i masi Laner ed il rif. Sette Selle. A sinistra, ancora per stradina, fino ad entrare nell'omonima vallata. Sfilando sotto all'Hoamonder lambiamo il rifugio che resta un pò in alto a sx. Ora per ripida valletta alla sella fra Cima Sette Selle e Hoamonder: mettiamo tutti i rampant perchè la neve è dura come cemento, tranne Filippo che, non so come, riesce a farne a meno. I ciaspolatori salgono senza incertezze e più spediti. Per bellissimi dossi nevosi rasentando le pareti del Sasso Rotto e sfiorando l'omonima forcella, rimontiamo infine il breve pendio terminale, a tratti vetrato, per guadagnare la bella e panoramica vetta. Splendida la visione del Sasso Rotto! Noi sciatori scendiamo verso ovest puntando i meravigliosi pendii del Prunn, a tratti lisci come un biliardo ed arriviamo al divertente toboga del canyon, pure ben lisciato. Ne usciamo a sx. su un dossetto; ancora a sx. derapando su ripidi pendii fino a confluire sulla valletta che scende da forc. Cavè, dove ci aspettano altre belle curve. In ultima però sbagliamo ed invece che tenere ancora la sx. (tracce ben visibili), ne seguiamo altre verso dx. che, traversando un fossato, portano ad un ripidissimo pendio boscato che scendiamo scalettando e derapando (tratto OS); neve per fortuna abbastanza morbida. Riguadagniamo la tranquillizzante stradina giusto al bivio 7 Selle - Erdemolo, lasciandoci quindi piacevolmente scivolare verso valle.
Manto nevoso:
Splendidi i pendii del Prunn su neve dura e ben lisciata; fra le curve più belle di sempre...ottima neve compatta anche nel canyon e nella successiva valletta sotto forc. Cavè; poi ravanata ingiudicabile nel ripido tratto di bosco preso per errore e nuova piacevole scivolata su neve dura e liscia nella stradina, dove occorre star attenti a non prendere troppa velocità vista la notevole frequentazione di pedoni e ciaspolatori....


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb