home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 24 gennaio 2020

Coglians Hohe Warte 2780

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Friuli - Venezia Giulia Data:11/01/2020
Nome:Loris,Paolo,Roy,Gabriele,Aldo,Michele,Leo Email:leoprafloat symbollibero.it
Nome gita:Coglians Hohe Warte 2780 Partenza da:Rifugio Tolazzi
Quota partenza:1350 Dislivello:2430
Esposiz. salita:Sud Esposiz. discesa:Sud
Difficoltà:OSA Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia: Valle partenza:
Commento gita:
Dopo 12 anni torno su questa classica e frequentata salita alla vetta più alta del Friuli, di grande soddisfazione in una giornata perfetta di bel tempo senza vento e nuvole assenti a vista d'occhio. Il panorama che si gode da qui è impareggiabile su Dolomiti, Tauri fino ai monti Croati e al mare!! Al rifugio in auto, si calzano gli sci subito dopo in corrispondenza dei primi tornanti della strada; appena prima di malga Morareet si volge a sx sempre per strada innevata fino al tornante 1779 dove per ripido pendìo ci si alza nel vallone del Ploto, seguendolo senza possibilità di errore assecondando valloncelli e tratti più ripidi con rocce sempre ben coperte fino al bellissimo solarium posto circa 150 m di dislivello dalla vetta. Da qui sci in spalla per ripido pendio in direz. NO alla croce di vetta con campana oggi scolpita di ghiaccio dal vento in una bizzarra forma antropomorfa. Oggi discreta frequentazione, alcuni saliti anche sulla cima di mezzo e alcuni anche a piedi. Compagmia SUPER grazie a tutti!!!
Manto nevoso:
SALITA: neve durissima sulla strada e sul primo ripido pendìo che adduce ai valloni superiori (rampant utilissimi) poi su ottima neve portante scaldata al punto giusto finio al solarium. Pendio finale rivolto a SE percorso con ramponi sci in spalla. DISCESA: Sontuosa fase della gita! Pendio dalla vetta assai ripido dapprima ottime curve su neve quasi trasformata ma cotta al piunto giusto...il tratto più ripido in vista del solarium è rimasto duretto e un po' scalinato...quasi tutti scesi in derapata controllata. Dal solarium in giu' neve un po' variabile, qualche placca da vento e tratti un po' rovinati dai passaggi; neve sempre più bella e trasformata man mano che si scende, fino a diventare quasi perfetta nel ripido tratto prima della strada. Abbiamo tagliato un po' i prati prima di malga Moraretto sempre su ottima neve fino alla strada, dove la neve è rimasta durissima fino al suo termine appena sopra al rifugio Tolazzi. Impressionante valanga a blocchi scesa nel vallone prima della malga, mentre lungio l'itinerqario sono presenti solo piccoli scaricamenti che non disturbano. Che altro aggiungere...Una cima da fare assolutamente prima di appendere gki sci al chiodo!!!


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb