home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 06 dicembre 2019

col duro twICE

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:01/12/2019
Nome:dario Email:denali_34at symbolyahoo.it
Nome gita:col duro twICE Partenza da:tra Pescul e baita Flora Alpina
Quota partenza:1480 Dislivello:800
Esposiz. salita:Sud-Ovest Esposiz. discesa:Sud-Ovest
Difficoltà:MSA Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Ghiacciata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia:cartina Tabacco 025 Valle partenza:fiorentina
Commento gita:
Relaziono insieme 2 gite con condizioni simili, la 1° è stranota e i dati sopra si riferiscono alla 2°. Allora, sabato dal tornante q.1663 per rif.Fiume al Col de la Puina, discesa a nord e prosieguo per c.ra Prendera alla cima del Col Duro. Anzichè fare i vari saliscendi tra le forc. Roan e Puina, scesi alla conca a q.1906 Tabacco e con breve ripellata risaliti al sentiero principale. Giornata spaziale per la gioia di tutti 6 i partecipanti, neve bellissima in alto. Domenica invece nevica un po' e in 2 partiamo 150 m. più in basso per la stradina n.466 che lasciamo per c.ra Vedele(q.1801 Tabacco) e poi seguiamo il sentiero tracciato sugli alberi che per Col del Termine e cresta boscosa un po' ripida porta sui dolci dorsaloni sommitali fino alla q.2289. Fatto largo uso dei rampanti. Rinunciamo al breve saliscendi alla vicina cima 2335 per la poca visibiltà e scendiamo sulle nostre tracce.
Manto nevoso:
L'inizio della strada è rovinato dalle piogge che han scavato la neve fino al terreno ma in breve la copertura diventa continua. La situazione neve è simile per le 2 gite, in basso ghiacciato e le stradine in discesa diventano fastidiose ed assordanti. Man mano che si sale si riducono le rigole da pioggia e aumenta lo spolverino di fresca che in alto diventa delizioso da sciare sul fondo duro. La 2° gita è più ravanosa, la cresta boscata non sempre ampia e il fondo duro limitano un po' il percorso ma per fortuna Vaia qui non ha infierito. Metto un consigliabile perchè partendo più in basso la parte dura è maggiore rispetto allo stupendo di ieri.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb