home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è martedí 23 aprile 2019

Penes de Formin

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:14/04/2019
Nome:luca, mariateresa, davide, flavio Email:crodarossaat symbolmicso.net
Nome gita:Penes de Formin Partenza da:Peziè de Parù (str. Passo Giau)
Quota partenza:1506 Dislivello:750
Esposiz. salita:Nord-Est Esposiz. discesa:Nord-Est
Difficoltà:BS Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Farinosa Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:S. Burra - L. Galante SCIALPINISMO A CORTINA D'AMPEZZO Ideamontagna Valle partenza:Val Costeana
Commento gita:
Partenza in un bosco incantato, per un itinerario che d'incanti è già prodigo di suo, in una giornata di nevischio e nebbiolina e temperature prossime allo zero. Inevitabile la scelta di una gita breve, caratterizzata da pendii con rada vegetazione fin presso la sommità, e dunque con pochi problemi di visibilità. La via segue l'arcinoto percorso per i Lastoi de Formin fino alla conca che accoglie un coacervo di grossi massi sotto imponenti pareti rocciose: qui si volge a destra per andare a imboccare la scoscesa e nascosta banca obliqua che è chiave d'accesso al misterioso altopiano pensile (le 'Penes'), landa ondulata con radure e piccoli larici. Per vallette, dossi e pendii aperti ci si avvicina all'orlo meridionale, guadagnando quota fino all'aereo pulpito che ne è la sommità (2220m c.); la possibile prosecuzione verso la Ponta de Giau oggi era certamente sconsigliabile. Solitudine totale su tutto il percorso, suggestivo come pochi: neve vergine, alberi arabescati, silenzio rotto solo dal cinguettio delle cince more. Discesa bellissima, su 10/20 cm di neve nuova depositatasi sopra uno strato ben consolidato; e dunque sciata di soddisfazione, con belle curve e gran divertimento.
Manto nevoso:
Dai 1500m in su è sempre nevicato. Spessore più che sufficiente alla partenza, decisamente cospicuo sopra i 1800, tale da permettere l'agevole passaggio sopra gobbe, sassi e irregolarità varie, anche nei tratti più accidentati. Farina leggera e godibilissima in alto, più pesantina in basso, come è logico, ma sempre di ottima sciabilità. Lo strato sottostante si presenta più o meno compatto ma ovunque ben consolidato, grazie anche all'abbassamento delle temperature.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb