home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è Domenica 21 luglio 2019

Gran Sasso d'Italia - Monte Camicia per il Vallone di Vradda

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Abruzzo Data:06/04/2019
Nome:Roberto Email:r.rocchiat symbollibero.it
Nome gita:Gran Sasso d'Italia - Monte Camicia per il Vallone di Vradda Partenza da:Parcheggio della strada
Quota partenza:1632 Dislivello:900
Esposiz. salita:Sud-Est Esposiz. discesa:Sud-Est
Difficoltà:BSA Manto nevoso:Accettabile
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia:La Montagna incantata - Luca Mazzoleni Valle partenza:Rifugio Forestale di Fonte della Vetica
Commento gita:
Transitando per Castel Del Monte (AQ) si arriva a Campo Imperatore in località Fonte della Vetica. Lasciate le macchine al parcheggio dove hanno inizio gli itinerari 8A e 8B, sci in spalla, ci siamo diretti verso la Pineta (Pino Nero) e, attraversandola, siamo giunti al Vallone di Vradda all'altezza della seconda briglia di contenimento dell'alveo del ruscello. Di qui, dopo qualche centinaio di metri, a circa quota 1750 m, abbiamo trovato continuità del manto di neve sporcato dai detriti terrigeni e quindi abbiamo calzato gli sci procedendo verso la sella. Guadagnando quota, la compattezza della neve ha suggerito l'uso dei rampanti, soprattutto nei punti di strettoia dell'itinerario, risalendo lungo il Vallone. Giunti alle balconate della sella fra i monti Tremoggia e Camicia, abbiamo rimesso gli sci in spalla e percorso la pendenza che ci separava dalla cima del Monte Camicia nuovamente a piedi, con l'ausilio di ramponi, nonostante ampi tratti meno esposti e ricoperti di neve fresca che rendevano stabile la progressione. La discesa, calzando gli sci dalla cima, l'abbiamo praticata lungo la stessa via di salita, dopo aver constatato l'impossibilità di percorrere il Paginone, privo di neve già a quota 2000 m slm.
Manto nevoso:
Neve trasformata, manto nevoso del canale compatto e ancora valido per scendere con gli sci fino a quota 1750 circa. A questa quota la copertura è stata garantita da coltre di valanga. Nessun rischio valanghe in alto


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb