home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è Domenica 21 luglio 2019

Croce di F.lla Valdurna - Durnholzer Jochl Kreuz 2271m

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:03/04/2019
Nome:dallas700 Email:dallas700at symbollibero.it
Nome gita:Croce di F.lla Valdurna - Durnholzer Jochl Kreuz 2271m Partenza da:Pennes
Quota partenza:1458 Dislivello:813
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:MS Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Pesante Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:Over The Top e Skiforum Valle partenza:Valle di Pennes
Commento gita:
Partiti in giornata da Bologna sperando di essere fortunati...lo siamo stati! La notte perturbata ha portato neve nuova, difficilmente valutabile dal basso. Cielo coperto e qualche timida schiarita. Alberi bianchi fino a 1700 m. La centralina meteo della Val Tramin propone un valore di 8 cm di fresca...vedremo. Partiti sci ai piedi dall'ultima abitazione, la mulattiera n*12 in salita risulta agevole e non ghiacciata, in breve ci ritroviamo sotto una fitta nevicata. Giunti alla Malga Kirchberg la neve aumenta superando in fretta i 10 cm, risulta chiaro che considerata anche la scarsa visibilità il Giogobello rimarrà solo un miraggio, quindi proseguiamo sperando nella Croce di Valdurna. Risaliamo i pendii con pendenza più sostenuta alla fine della valletta, bella tracciatura in fresca (con zoccolo), fino a sbucare sul pianoro quota 2100. Qua siamo in whiteout, un po' smarriti. Per fortuna, grazie al GPS puntato sulla selletta quota 2260, con varie inversioni girovagando tra le rocce e aggirando gli accumuli da vento sempre più presenti, raggiungiamo il crinale. Parchegggiati gli sci, spazzolati da un sostenuto vento da Sud, raggiungiamo a piedi la piccola croce, bella soddisfazione, un applauso alla tecnologia. Foto di rito, poi una veloce schiarita ci offre un po' di visuale, di grande aiuto per inquadrare la situazione...e il panorama. Inforcati gli sci siamo scesi sulle tracce di salita su bella neve fresca anche se un po' umida e pesante, provando grande soddisfazione nei pendii dove il bosco è rado. Sciata ancora bella fino alla Malga, poi dérapage, spazzaneve, scaletta per percorrere a ritroso la severa mulattiera, ogni tecnica è lecita pur di non andare a piedi. Ottima giornata strappata al maltempo. Con Riccardo.
Manto nevoso:
Neve fresca umida e pesantina, ovviamente più secca sopra i 2000/2100, di altezza tra i 10 e 20 cm in alcuni punti. Lo strato vecchio sottostante è piuttosto bagnato fino a una certa profondità e non portante, sono stato contento di non aver scelto una gita e un percorso con pendenze significative. In ogni caso, nessun scaricamento avvistato. Nella parte finale qualche accumulo da vento di neve soffice facilmente aggirabile. Grado 2, destinato a salire a 3 con nuove precipitazioni nevose. Zero termico 2000 metri ore 12. Vento moderato da Sud in quota.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb