home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è martedí 21 maggio 2019

Cima del Venìer 2237

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:08/02/2019
Nome:Leo,Paolo,Eva Email:leoprafloat symbollibero.it
Nome gita:Cima del Venìer 2237 Partenza da:Camping Alpez
Quota partenza:910 Dislivello:1350
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:OSA Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:Scialpinismo in Val di Zoldo it.54 (più cima non descritta) Valle partenza:Pramper
Commento gita:
Finalmente è arrivata la neve anche qui in dolomiti...e che neve!! Partiti dal camping di Pralongo per forestale al Pian de la fopa, dove si scarta a sx risalendo uno dei più lunghi canaloni delle dolomiti per 1000 m disl fino alla forcella de La Sagrona 2118; da questa sci ai piedi tranne due piccoli tratti su cengia e rocce scoperte alla vicina cima del Venìer 2237. Discesa per lo stesso itinerario ma direttamente a Forno S.Antonio q. 848. Un grazie a Francesco per la traccia di mercoledì fino in forcella. Fattibile anche Cima del Coro (un po' più lunga e impegnativa)
Manto nevoso:
stradina e poi polvere polvere polvere. solo la pala finale della cima un po' di crosta vista l'esposizione a meridione. Il manto ci è sembrato stabile, nel canalone son già scese alcune slavine di neve polverosa prima dell' ultima nevicata che non disturbano pèiù di tanto la sciata. Inevitabile però toccare qualche sasso nascosto specie nella parte alta.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb