home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 21 settembre 2018

Forcella Grande di Valbona Catinaccio

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:09/03/2018
Nome:Maurizio e Andrea Email:mauriziolovatoat symbolalice.it
Nome gita:Forcella Grande di Valbona Catinaccio Partenza da:2°tornante prima San Cipriano
Quota partenza:1200 Dislivello:1450
Esposiz. salita:Nord-Ovest Esposiz. discesa:Nord-Ovest
Difficoltà:BS Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia: Valle partenza:Val di Tires
Commento gita:
Gita già perfettamente relazionata il 04 marzo scorso da Luisa-Ve che colgo l'occasione di salutare e nuovamente ringraziare per le dritte ma sopratutto per la disponibilità dimostratami, dalla partenza subito sci ai piedi dalla forestale dopo poco un togli e metti per 100 metri causa mancanza neve che a quella quota comincia a scarseggiare sopratutto se esposta al sole, il resto del sentiero di avvicinamento, lungo ma piacevolissimo, è perfettamente innevato con buono spessore fino ai 1700metri circa dove si devia a destra e comincia il ripido, fortunatamente già tracciato e con manto nevoso abbondantissimo su 35-45 cm di farina recente.Sui 1900 metri si intravvede l'imbocco della Grande Valbona da dove iniziamo l'avvicinamento alla omonima f.lla,incontrato due coppie che scendevano provenienti da Ciampedei e valle del Vajolet, a quota 2250 mt.circa si può optare tra il canale di destra,dove portava la nostra traccia (che a malincuore abbiamo dovuto abbandonare) e che termina sempre a 2640mt circa, oppure quello più a sinistra ben visibile dal vallone e caraterizzato da due gendarmi rocciosi, anch'essa a mt.2640 circa dove termina la nostra salita,gli ultimi 250 metri tracciati su 50-60cm.di farina, parecchia fatica ma ne valeva la pena, nel complesso gita in ambiente superlativo e di grande soddisfazione se non fosse stata tracciata non era facile individuare la linea corretta di salita, non avendola mai fatta. Unica soggettiva considerazione per la prossima volta, salire dal Vajolet e scendere per la Grande Val Bona poi con skibus o altro mezzo rientrare in Val di Fassa.
Manto nevoso:
Giornata soleggiata ma fredda, anche al sole la neve era stupenda, noi siamo arrivati in forcella alle 13,30 circa e scesi quasi subito, solo gli ultimi 30 metri un pò lavorata dal vento, sotto da sogno fino all'imbocco della forestale a 1700mt , poi pistata veloce e scorrevolissima fino all'auto, per fortuna nessun ciaspolatore nel percorso. Manto nel complesso stabile solo qualche piccola scarica dalle cime circostanti dove il sole ha scaldato maggiormente il manto nevoso.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb