home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 21 settembre 2018

traversata catinaccio

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:08/03/2018
Nome:paola,paolo Email:paola.pulsatillaat symbolgmail.com
Nome gita:traversata catinaccio Partenza da: sotto rif Gardeccia (arrivo seconda seggiovia)
Quota partenza:1800 Dislivello:1800
Esposiz. salita:Sud Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:BSA Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:sci avventura nelle dolomiti, Gallo e Tremolada Valle partenza:Val di fassa
Commento gita:
partiti dall'arrivo della seconda seggiovia che sale da Pera, abbiamo raggiunto Passo del Principe e da qui tracciato su neve farinosa il ripido canalino che porta alla forcellina di Valbona Piccola. Da qui splendida discesa della Valbona Piccola fino alla valle del Ciamin, dove attraversato il torrente vicino alla teleferica del rif Bergamo tracciamo tutto il percorso che sale al buco dell'Orso quindi al catino superiore e allo stretto faticoso canalino che porta sui ripidi pendii appena sotto l'alpe di Tires. Raggiunto il rifugio Alpe di Tires dormiamo nel bivacco invernale e la mattina dopo scendiamo al rif Molignon a far colazione, quindi torniamo al passo Duron e scendiamo per l'omonima valle.
Manto nevoso:
Neve polverosa, splendida nella discesa di Valbona Piccola. Pericolo 2-3, considerati i quantitativi di neve fresca caduta (20-25cm) ed il lavoro del vento. Accogliente il bivacco invernale del rifugio.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb