home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è lunedí 18 giugno 2018

Cime Ravetta e Primaluna

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Trentino Data:11/01/2018
Nome:Alessandro, Giacomino, Gabriele Email:gabriele.antelaoat symbolgmail.com
Nome gita:Cime Ravetta e Primaluna Partenza da:Ponte Rudole
Quota partenza:1336 Dislivello:1040
Esposiz. salita:Ovest Esposiz. discesa:Ovest
Difficoltà:MS Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Polvere soffice Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:Val Campelle
Commento gita:
Bellissimo giro panoramico da effettuarsi anche in situazioni di pericolo generalizzato stante la dolcezza dei pendii interessati. Da Ponte Rudole (Val Rudole nei pressi della Malga Cenon di Sotto) si prende la strada forestale (oggi ben innevata) fino alla Cappella San Bortolo (circa 4/5 Km), poco prima della Malga Primalunetta. Lungo la strada il bel panorama che si apre sempre più su gran parte della catena dei Lagorai ne alleggerisce il percorso. Si attraversa quindi facilmente il rio Brentana e si sale fino alla Forcella del Dogo (lambendo a sinistra Malga Primaluna di Sopra). Da qui si apre la visuale su quasi tutta la Valsugana e sulle bastionate settentrionali dell'altopiano di Asiago e, per ampia e facile dorsale, lasciando sulla destra il Bivacco Argentino Vanin, si raggiunge Cima Ravetta. Con breve traversata (splendido balcone con visuali aperte su un arco che va dal Grappa alle Pale, passando per il Brenta) si guadagna la Cima Primaluna. Si scende quindi brevemente verso Nord fino alla forcella posta tra la Primaluna ed il Tombolin di Caldenave e si percorre tutto il sottostante vallone (preferibilmente sulla sx idr.) fino alla Malga Primalunetta a riprendere la strada seguita in salita.
Manto nevoso:
La pioggia caduta fino alle quote alte ha indurito il manto sul quale sono però anche scesi 5/10 cm di finissima polvere che ha consentito una splendida sciata. Rischio valanghe assente sul percorso effettuato.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb