home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 21 settembre 2018

Rocheta de ra Ruoibes

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Veneto Data:11/01/2018
Nome:Luca, Mariateresa, Alberto, Alessandra, Carla, Claudio, Flavio, Monica + Dario, Stefi e Titti sopraggiunti Email:crodarossaat symbolmicso.net
Nome gita:Rocheta de ra Ruoibes Partenza da:parcheggio presso L. Pianozes
Quota partenza:1180 Dislivello:1300
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:MS Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Farinosa Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:S. Burra, L. Galante SCIALPINISMO A CORTINA D'AMPEZZO Valle partenza:Ampezzo
Commento gita:
Gruppone folto e perfino un po' acciaccato per una classica salita alla Rocchetta 'minore', meno frequentata ma più bella della Prendera. La stradina battuta ci ha portato a Malga Federa, poi per bosco incantato e immacolato siamo saliti alla radura di Coljarinei, storditi dalla bellezza incomparabile del luogo e dal luccichio dei cristalli di brina. Raggiunta la Forc. Sonforcia e aggirato il cocuzzolo q. 2182, abbiamo risalito il 'plateau' sommitale aggredendolo da destra, per maggiore sicurezza. Panorama di gran pregio, ma il bello doveva ancora venire. La discesa sul citato 'plateau' si colloca ai massimi livelli dell'edonismo sciatorio: polvere impalpabile, voluttuosa, quasi un borotalco, su un fondo ben consolidato, vorrei dire 'elastico'. Ad ogni curva (ed erano tante!) un rimbalzo e un gridolino di giubilo. Impagabile. Di bene in meglio nel bosco, innevatissimo e sorprendente, con quei mammelloni soffici che ti facevano sentire come sulle montagne russe. Infine la lunghissima stradina dalla malga in giù: anche se un po' ghiacciata, resta sempre uno dei 'toboga' più divertenti della contea. Che dire? Mi pento di alcuni 'stupendo' attribuiti a gite poco più che ordinarie: qui l'aggettivo va davvero stretto. Affrettatevi.
Manto nevoso:
La neve umida caduta durante la sciroccata si è rapidamente fusa con il manto precedente e bruscamente consolidata causa il successivo rigelo; sopra si è depositata l'ultima neve, quella di fine perturbazione, che ha creato uno strato di farina di spessore variabile a seconda della quota. il pericolo a queste quote è davvero ridotto perché lo strato superiore è troppo leggero per muoversi, mentre quello inferiore è ben compattato. Le giuste precauzioni messe in atto in qualche attraversamento di pendio si sono rivelate alla fine perfino eccessive.


 
 


home pageHome   chi siamoChi Siamo   meteoMeteo   forumForum   privacyPrivacy
Servizi di Hosting SinerWeb