home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è martedí 22 agosto 2017

Pointe de Charbonnel

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Francia Data:03/06/2017
Nome:Fabrizio e Ettore Email:fdescoat symbolalice.it
Nome gita:Pointe de Charbonnel Partenza da:ponte Vincendières
Quota partenza:1820 Dislivello:1950
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:OSA Manto nevoso:Stupendo
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia: Valle partenza:vallée d'Averole
Commento gita:
Finalmente la Charbonnel. Dopo anni che era nei nostri obiettivi, oggi è la volta buona. L'imponente parete nord della Charbonnel, che tante volte abbiamo ammirato e valutato con timore, questa volta ci invita a provarci. Come tutte le relazioni e report specificano, la parte più difficile è la parte bassa, i primi mille metri di dislivello, caratterizzata da fascie rocciose collegate da ripide banche ormai prive di neve e in cui spesso è difficoltosa la scelta dell'itinerario. Primo ostacolo è stato il superamento della fascia rocciosa a quota 2300 circa dopo il primo nevaio. Poi siamo stati raggiunti da un terzetto di local anche loro un po' in difficoltà nell'orientarsi su questa enorme parete. Abbiamo provato a seguire il nuovo itinerario ma non abbiamo trovato il passaggio giusto. Messi gli sci ai piedi a quota 2600 circa abbiamo continuato verso sinistra fino sotto la grande seraccata. Cioè abbiamo percorso il vecchio itinerario. Qui svoltando decisamente a destra per ripido pendio (uscita a 45°) siamo rimontati sul Glacier de Charbonnel con la vetta bene in vista ma ancora 600 metri sopra di noi. Purtroppo il tempo che alternava sprazzi di sereno con estese nuvolaglie ci ha parzialmente privati dei meravigliosi e celebrati panorami a 360° dalla sua vetta.
Manto nevoso:
Neve perfetta sul grande ghiacciaio sommitale dalla punta fino a quota 2900-3000 poi man mano sempre più cotta e sfondosa


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb