home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 21 luglio 2017

M. Venezia 3290m e discesa del Pisgana

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Trentino Data:30/04/2017
Nome:Andrea, Paola,Michela, Elia, Dina Email:a.ceolanat symbolinwind.it
Nome gita:M. Venezia 3290m e discesa del Pisgana Partenza da:p.so del tonale (impianti)
Quota partenza:2997 Dislivello:900
Esposiz. salita:Est Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:BS Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Farinosa Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia: Valle partenza:val di sole
Commento gita:
Che dire, incredibile........tracciata la salita (da quota 2586m in su) e la discesa! Solo noi sul Pisgana. Tutti alle Lobbie (per altro poca gente cmq) Prima corsa impianto ore 8.15 (12 euro). Arrivati in funivia al passo presena, scendiamo su polvere che nasconde dei sassi e poi crostone infame, infine neve dura, fino al lago Mandrone 2403. Tralasciamo la salita diretta via p.so lago del pisgana (o passo dei 3 denti) perche danno grado 3 e addirittura 4 dicono gestori impianti!! Decidiamo per giro piu ampio via passo della Valletta (cmq ripido finale, ma breve e esp. a sud). A quota 2586m (quando la tracciona scende sul ghiacciaio) giriamo a destra e tracciamo verso il passo della Valletta. Attenzione, è molto facile imboccare l' invitante valle che scende tra il Corno di Bedole e il M. mandrone, invece bisogna aggirare la cresta rocciosa del M. Mandrone. Ultime ripide inversioni per il passo della Valletta 3191m (scaricato e poca neve nuova). dal passo della Valletta, chi direttamente a sx per ripido pendio, chi con giro poco piu ampio, tracciamo l' immacolato manto perfetto fino in vetta al M. venezia (Panorama incredibile). Discesa tenendosi parecchio a destra per evitare il salto del ghiacciao Pisgana ovest (neve da urlo). Attenzione che in vita del lago Pisgana 2600m, conviene non farsi invitare per discesa diretta sul lago per il ghiacciaio ( c'è un salto di ghiaccio, seppure si passa sulla sx). Tenersi quindi alti con lungo traversone (attenzione: pericolo valanghe anche causa caldo) si arriva con poca spinta all' emissario del lago. da qui , sempre i destra orografica con ancora ottima neve, si scende con ottima sciata senza sorprese (ne cascate, se salti) fino alla piana a quota 2000m (spinte). da qui inizia un astrada forestale che ad oggi (grazie alle nevicate recenti) ci permette di scendere sci ai piedi fino a ben 1600m!! A 1380m (chiesetta) troviamo un passaggio per il passo Tonale da gentili scialpinisti scesi dal Pisganino. Quindi 220m di portage!! Gran soddisfazione per l' ambiente e per il manto intonso!!
Manto nevoso:
crostone in discesa dal passo presena, polverone sui ghiacciai, neve ammolata ma ottima da sciare fin dove c'era in val Narcanello. (1600m). A noi non è parso assolutamente un grado 4 , forse un grado 3 ma in punti limitati (sottovento, in prossimità di creste) e visibili.


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb