home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è lunedí 23 ottobre 2017

Punta bianca Hoher Weisszint 3371

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:13/04/2017
Nome:Leo,Stefano,Tiziano,Claudio Email:leoprafloat symbollibero.it
Nome gita:Punta bianca Hoher Weisszint 3371 Partenza da:Lago dui Neves
Quota partenza:1860 Dislivello:1510
Esposiz. salita:Sud Esposiz. discesa:Sud
Difficoltà:BSA Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Trasformata Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:Gionco Malusardi dall'Engadina ai Tauri, Koessler Scialp. in Dolomiti vol 2 Valle partenza:Selva dei Mulini
Commento gita:
Classica gita pliridescritta su questi schermi e stranota. Siamo però scesi dalla diretta sud che si prende appena sotto la forcella Alta di Punta Bianca scendendo dritti anzichè girare a dx verso il rifugio Ponte di Ghiaccio, con pendenza un po' maggiore il primo tratto, poi per splendidi pendìi a pendenza ideale..un po' di attenzione ad individuare il ripido passaggio tra le rocce che consente in basso di scendere il Val Pipa all'altezza del ripiano intermedio. In Salita e discesa abbiamoi percorso il bel canalone pistato (ripido!) che sale dalla strada circumlacuale prima del sentiero estivo. Oggi il meteo ci ha graziato, l'instabilità si è fermata sulla vetta del vicino Gran Pilastro, sulla nostra cima solo un po' di vento freddo ma fastidioso fino alla forcella Alta.
Manto nevoso:
Come spesso accade su questi itinerari di lungo sviluppo è difficile trovare neve omogenea: Partiti e arrivati comunque sci ai piedi dal coronamento della Diga alla croce di Vetta e ritorno (portati su gli ultimi metri solo perchè la spalla era devastata dai passaggi con gli scarponi). Dalla Croce alla forcella alta neve fredda pressata dal vento e dai passaggi, poi dura sul ripido all'inizio della variante sud , e anche un po' rovinata dai passaggi dei giorni scorsi; bellissimo firn su tutta l'enorme pala fino alla costiera ripida che incombe sulla Val Pipa, dove il canale di discesa era ormai troppo cotto dal sole. Molto cotta anche nel canalone a gobbe ripide che porta al lago, poi un km di fondismo fino all'Auto. Direi fattibile ancora per un po'.... Strano che su tutte le guide e relazioni che ho letto non sia citata la variante diretta Sud, che con neve buona è senz'altro più che raccomandabile!!!!!!


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb