home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 23 giugno 2017

Unterberg 2711 m e Hochwart 2746 m (Sarentini)

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:11/02/2006
Nome:Andrea e Paolo Email:paolo.chitiat symbolalice.it
Nome gita:Unterberg 2711 m e Hochwart 2746 m (Sarentini) Partenza da:San Leonardo in Passiria --> Maso Larcher
Quota partenza:892 Dislivello:1910
Esposiz. salita:Ovest Esposiz. discesa:Ovest
Difficoltà:Sci-alpinista buono Manto nevoso:Sconsigliabile
Tipo di neve:Crostosa Valutazione gita:Stupendo
Bibliografia:Carta Tabacco 1:25.000 - Foglio n. 039 Valle partenza:Passiria
Commento gita:
Nelle nostre intenzioni questa gita doveva fermarsi sull’Unterberg, ma giunti in vetta a questa cima ci siamo resi conto che era possibile traversare con relativa facilità verso il vicino Hochwart e così siamo saliti anche su questa seconda elevazione. Ne è uscito un itinerario molto bello, discretamente impegnativo sia fisicamente che da un punto di vista prettamente scialpinistico. Al termine della forestale il superamento di una balza boscosa che sbarra l’accesso ai pendii superiori non sarebbe stato tanto banale se non fosse stata presente una vecchia traccia. --- L’itinerario: dal bivio per la Pfistradtal (parcheggio molto limitato) si segue lungamente la forestale fino a giungere al suo termine dopo circa 4 km. Tra cespugli di ontano si risale il pendio alla propria sinistra e raggiunto un baitello si segue un ripido sentierino estivo (non semplice da trovare in assenza di tracce) che corre lungo il ciglio di una incassata forra. Con tratto faticoso si vince così una ripida balza uscendo in campo aperto presso il baito q. 1782 m riportato sulla carta 1:25.000. Senza percorso obbligato si sale lungamente in direzione ENE per pendii piuttosto sostenuti fino a giungere in un catino ove la pendenza si fa finalmene più moderata. Con largo giro destrorso si può puntare al facile Unterberg che si raggiunge sci ai piedi (grande croce lignea). Oppure, volendo salire sul Hochwart, si guadagna con qualche inversione la Unterbergscharte e passati sul lato di val Sarentino si segue la facile dorsale sud della cima fino alla base della paretina finale. Con breve ed esposto tratto alpinistico (affiorano cavi metallici, utile una piccozza) si raggiunge la panoramica croce. --- Discesa: ritornati al baito q. 1782 m è preferibile traversare verso destra (ONO) lungo tracce di mulattiera che portano a traversare due canali. Per prati punteggiati di baiti si continua a scendere fino ad uscire infine sulla strada di fondovalle presso il baito q. 1546 m.
Manto nevoso:
Nonostante la bassa quota di partenza si parte sci ai piedi. Nella parte alta innevamento piuttosto scarso con numerosi sassi affioranti. Con un po’ di attenzione si riesce comunque a limitare i danni. Per buona parte dell’itinerario utili i coltelli. Neve in generale non buona: molta crosta e solo pochissimi tratti godibili. In tutti i casi è una gita di gran classe che con la neve giusta non mancherà di entusiasmare; attualmente dà più soddisfazioni dal punto di vista alpinistico che da quello sciistico. --- PS: Questo inserimento sostituisce una versione precedente che è stata cancellata.


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb