home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum Over The Top: il sito degli scialpinisti 
Scialpinismo >> consultazione

Oggi è venerdí 23 giugno 2017

Monte di Dentro - Hinterbergkofel 2726 m

Chi frequenta OTT sa, o dovrebbe sapere, che nessun contributo va preso alla lettera e tutte le informazioni vanno vagliate criticamente.

 

Regione:Alto Adige Data:06/01/2006
Nome:Alberto e Paolo Email:paolo.chitiat symbolalice.it
Nome gita:Monte di Dentro - Hinterbergkofel 2726 m Partenza da:Valle di Anterselva --> Lago di Anterselva
Quota partenza:1640 Dislivello:1086
Esposiz. salita:Nord Esposiz. discesa:Nord
Difficoltà:Sciatore buono Manto nevoso:Consigliabile
Tipo di neve:Ventata Valutazione gita:Consigliabile
Bibliografia: Valle partenza:
Commento gita:
Tanta gente oggi al lago di Anterselva e nei suoi immediati dintorni, ma inaspettatamente poca lungo questo itinerario: solo altre due persone oltre a noi. Peccato per il tempo non proprio ottimale con continuo nevischio e condizioni di luce diffusa. L’itinerario è sorprendentemente facile fino a poco sotto la cima (MS), solo gli ultimi metri sono appena più ripidi ma con buona neve sono comunque superabili senza problemi. --- Questo l’itinerario: dal divieto di transito sulla sponda meridionale del lago di Anterselva si continua lungo la strada del passo Stalle non più sgombrata dalla neve (pista di fondo ed in seguito pista per slittini). Al primo tornante si segue brevemente la forestale per la Steinzgeralm per poi continuare verso est attraverso il bosco. Solitamente è presente una evidente traccia che con salita diretta permette di tagliare tutti i tornanti della carrozzabile e di portarsi velocemente al passo Stalle. Dal valico non si perde quota ma si punta a SE in direzione di un evidente vallone situato interamente in territorio austriaco, detto localmente Weissenbachtal. Per ampi e facili pendii si guadagna l’imbocco della valle che si percorre facilmente su pendenze sempre piuttosto moderate salvo una breve rampa a monte del ripiano q. 2338 m. Giunti in vista della Hallscharte si svolta a S e si percorre l’ampio catino che scende direttamente dalla cima. Poggiando leggermente a sinistra si risale con pendenza via via crescente ma mai problematica (necessaria comunque neve assestata) un regolare pendio che porta sulla cresta ovest della cima. Da qui si segue la facile dorsale che in pochi minuti permette di raggiungere sci ai piedi il punto culminante.
Manto nevoso:
L’innevamento è discreto e comunque tale da poter effettuare l’escursione senza troppo preoccuparsi di eventuali sassi (ca. 50-60 cm ad occhio). In generale ho avuto l’impressione che oltre il bosco il vento abbia lavorato parecchio e sul fondo di conche e canali vi sono notevoli accumuli. Il bollettino austriaco per questa zona dà ancora grado 3 ed onestamente, se il pendio finale non fosse già stato “arato” da altri, penso che non me la sarei sarei sentita di fare da apripista. Per il tratto finale utili ma non indispensabili i coltelli. --- Neve in prevalenza con croste da vento, anche se generalmente piuttosto morbide; pochi i tratti di farina oltre il limite della vegetazione, mentre invece ce n’è tanta tra gli alberi a valle del passo Stalle. Il bosco è però un po’ troppo fitto (per i miei gusti) per risultare veramente divertente in discesa.


 
 


home pageHome     chi siamoChi Siamo     meteoMeteo     forumForum
Servizi di Hosting SinerWeb